Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_lugano

Autocertificazione

 

Autocertificazione

Cos'è l’autocertificazione?

E' una dichiarazione che l'interessato redige e sottoscrive nel proprio interesse su stati, fatti e qualità personali e che utilizza nei rapporti con la Pubblica Amministrazione e con i concessionari ed i gestori di pubblici servizi.

Nel rapporto con un soggetto privato il ricorso all'autocertificazione è rimandato alla discrezionalità di quest'ultimo. La dichiarazione può sostituire le normali certificazioni e gli atti notori.
Infatti, con l'entrata in vigore del D.P.R. 28 dicembre 2000 n° 445, si era messo in atto un importante processo di semplificazione amministrativa per riformare la Pubblica Amministrazione e farla funzionare in maniera più efficace e trasparente.

La dichiarazione sostituiva puo' essere utilizzata esclusivamente dai cittadini di Paesi membri dell'Unione Europea e dai cittadini di Paesi non appartenenti all'Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia o in applicazione di convenzioni internazionali fra l'Italia ed il Paese di provenienza del dichiarante (art. 3 DPR 445/2000).

 

L'era della "decertificazione"

Dal 1 gennaio 2012 sono entrate in vigore le nuove disposizioni in materia di certificati e di dichiarazioni sostitutive, di cui all'art. 15 della legge 12 novembre 2011 n. 183. A decorrere da tale data i certificati hanno pertanto validita' solo nei rapporti tra privati, mentre le Amministrazioni Pubbliche (italiane) non possono piu' chiedere o accettare i certificati - che devono essere sempre sostituiti da autocertificazioni.

Sui certificati eventualmente prodotti a richiesta di privati viene obbligatoriamente apposta, a pena di nullita', la dicitura "il presente certificato non puo' essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi". Appare evidente che tale dicitura resta intesa esclusivamente per la Pubblica Amministrazione italiana e i Pubblici servizi italiani mentre rimane invariata la validità di tali certificazioni per le Autorità straniere. In questo ultimo caso, per le Autorità straniere, viene apposta la seguente dicitura "il presente certificato e' rilasciato solo per l'estero"

Le varie Amministrazioni interessate operano da tempo per assicurare gli idonei controlli, anche a campione. 
La nuova disposizione risponde alle attese da tempo diffuse tra cittadini e imprese e completa il cammino verso la completa eliminazione dei certificati. 

La Pubblica Amministrazione e i gestori di Pubblici Servizi devono assicurare effettivita' al principio, da tempo presente nel nostro ordinamento, per cui l'Amministrazione non deve chiedere al cittadino e all'impresa "quello che gia' sa" (dati e informazioni in proprio possesso).

 

 


73